Sportello immigrazione

Lo sportello immigrazione offre assistenza nelle pratiche di cittadinanza, permessi di soggiorno, rincongiungimento familiare, compilazione  e invio delle domande. In particolare:

 

CITTADINANZA​

 

La cittadinanza, nel diritto, è la condizione della persona fisica (detta cittadino) alla quale I'ordinamento di uno Stato riconosce la pienezza dei diritti civili e politici. La cittadinanza, quindi, può essere vista come uno status del cittadino, ma anche come un rapporto giuridico tra cittadino e lo stato stesso. Le persone prive della cittadinanza di uno stato sono dette stranieri se hanno la cittadinanza di un altro stato oppure apolidi se non hanno alcuna cittadinanza. La cittadinanza italiana e uno status che a diritti e doveri, ed la condizione del cittadino alla quale I'ordinamento giuridico italiano riconosce la pienezza dei diritti civili e politici. In Italia la cittadinanza basa sul principio ius sanguini, ovvero per discendenza diretta da almeno un genitore in possesso della cittadinanza italiana.
La cittadinanza italiana si può acquisire:

1) Automaticamente
-PER NASCITA - straniero nato da almeno un genitore italiano
-PER NASCITA SUL TERRITORIO ITALIANO - straniero nato in Italia al compimento dei 18 anni
-PER ADOZIONE - minorenne adottato da cittadino italiano

2) Domanda
- MATRIMONIO: II cittadino straniero o apolide, coniugato con un cittadino/a italiano/a, può chiedere di acquistare la cittadinanza italiana.

- RESIDENZA II cittadino straniero, nato in Italia, cittadino di un paese UE o extra UE, apolide o rifugiato, residente in Italia può chiedere la cittadinanza italiana se rientra nelle seguenti categorie;

  • Sei cittadino straniero, appartenente ad uno dei Paesi extra Unione Europeo e risiedi legalmente in Italia da almeno 120 mesi (ovvero 10 anni)

  • Sei cittadino di uno dei Paesi membri dell'Unione Europea e risiedi legalmente in Italia da almeno 48 mesi ovvero 4 anni

  • Sei nato in Italia e ci risiedi legalmente da almeno 36 mesi ovvero 3 anni

  • Sei figlio o nipote da un cittadino italiano per nascita e risiedi in Italia da almeno 36 mesi (ovvero 3 anni

  • Sei maggiorenne, adottato da cittadino italiano, e risiedi legalmente in Italia da almeno 60 mesi (ovvero 5 anni

  • Sei apolide o rifugiato e risiedi legalmente in Italia da almeno 60 mesi (ovvero 5 anni)

  • Per servizio alle dipendenze dello stato Italiano

  • Per discendenza-II cittadino straniero, figlio o il nipote in linea retta di cittadini italiani per nascita

PERMESSO DI SOGGIORNO

 

II permesso di soggiorno CE, per soggiornanti di lungo periodo, ha sostituito nel gennaio 2007 la Carta di soggiorno per cittadini stranieri, questo documento viene rilasciato a tempo indeterminato e può essere richiesto, solo da chi possiede un Permesso di Soggiorno in corso di validità da almeno 5 anni.

 

REQUISITI RICHIESTI

  • 5 anni compiuti di Permesso di Soggiorno

  • Permesso in corso di validità (non deve essere ancora scaduto il giorno in cui si invia la domanda)

  • Certificazione conoscenza della lingua italiana (licenza media o livello CILS A2 o esame in Prefettura)

  • Alloggio idoneo

  • Reddito annuo solo per sé almeno importo assegno sociale, per ogni familiare va aggiunta la meta dell'assegno sociale, il richiedente deve dimostrare il seguente reddito minimo annuo lordo

  • Richiesta per sé: €5.824,91

  • Richiesta per sé: per 1 familiare a carico: €8.737,36

  • Richiesta per sé: 2 familiari a carico: €11.649,82

  • Richiesta per sé: 3 familiari a carico: €14.562,27

  • Richiesta per sé: 4 familiari a carico: €17.474,73

  • Rimane a tempo indeterminato, cosi come rimane anche I 'impegno ad aggiornare la fotografia ogni 5 anni. Se non si aggiorna la fotografia, il documento non più valido come strumento di identificazione, ma rimane valido come documento per soggiornare all'interno dell'Unione Europea.
    Lo straniero che richiede il rilascio della Carta di Soggiorno deve compilare il Kit Postale e recarsi in posta per la spedizione munito di Passaporto e Permesso Originale.


Esistono diversi tipi di carta di soggiorno:

  1. CARTA DI SOGGIORNO PER LAVORO SUBORDINATO

  2. CARTA DI SOGGIORNO PER LAVORO AUTONOMO

  3. CARTA DI SOGGIORNO PER FAMIGLIA

  4. AGGIORNAMENTO CARTA DI SOGGIORNO

RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE

con cittadino U.E II permesso di soggiorno per motivi familiari, consente ai familiari di un cittadino italiano, o comunitario, regolarmente soggiornante nel nostro Paese di ottenere un permesso di soggiorno per motivi di famiglia. Puo  essere richiesto per:


• Figli minori, anche del coniuge o nati fuori del matrimonio, non coniugati, a condizione che I 'altro genitore, qualora esistente, abbia dato il suo consenso
• Figli maggiorenni
• Coniuge
. Fratelli e sorelle
• Nonni di cittadini Italiani o comunitari, anche se il nipote minorenne
• Genitori a carico (se genitori ultrasessantacinquenni, far richiesta un'assicurazione sanitaria obbligatoria o altro titolo idoneo a garantire la copertura di tutti I rischi nel territorio nazionale ovvero I 'iscrizione al Servizio sanitario nazionale).

II ricongiungimento familiare il diritto dello straniero, legalmente residente in Italia, ad essere raggiunto dai congiunti più stretti, ovvero
- CONIUGE non legalmente separato e di età non inferiore ai 18 anni
- FIGLI MINORI, anche del coniuge o nati fuori del matrimonio, non coniugati, a condizione che I 'altro genitore, se esistente, abbia dato il suo consenso
- FIGLI MAGGIORENNI a CARICO, qualora Permanentemente non possano provvedere alle proprie indispensabili esigenze di vita in ragione del loro stato di salute che comporti invalidità totale
- GENITORI a carico se non hanno altri figli nel Paese di origine o di provenienza, oppure genitore di età superiore a 65 anni, se gli altri figli sono impossibilitati al loro sostentamento per documentati gravi motivi di salute

 

II permesso di soggiorno per motivi familiari può avere la validità di 2 anni oppure cartaceo a tempo indeterminato.

DOCUMENTI RICHIESTI:


• FOTOCOPIA PASSAPORTO della persona che entrata in Italia
• FOTOCOPIA DEL VISTO se in Possesso
• FOTOCOPIA DELLA CARTA D'IDENTITA del famigliare a cui si fa carico
• CERTIFICATO DI PARENTELA TRADOTTO e LEGALIZZATO in AMBASCIATA ITALIANA, o per alcuni Paesi basta solo il certificato in multilingue con n timbro Appostile
• UNILAV, CUD 2016 e 3 BUSTA PAGA della persona che si fa a carico, se ha un lavoro subordinato
• VISURA CAMERALE, MODELLO UNICO 2016 con INVIO TELEMATICO e BILANCIO PROWISORIO 2016, timbrato e sottoscritto dal Commercialista, della persona che si fa a carico se ha un lavoro autonomo
• CERTIFICATO di RESIDENZA e STATO DI FAMIGLIA in AUTOCERTIFICAZIONE
• LETTERA DI CONVIVENZA e MANTENIMENTO
Per questa pratiche si può inoltrare il Kit postale, oppure molte questure ricevono direttamente per la presentazione dei documenti.